Utente ha pagato accidentalmente $365.000 di commissioni per mining Ethereum

Ethereum (ETH) mining, Sparkpool ha confermato che era arrivato ad un accordo con un utente al quale aveva spedito per sbaglio oltre $ 300.000 di tasse legate al mining di Ethereum.

Il confusione, che si è verificata il 19 febbraio ha coinvolto un utente di Ethereum che apparentemente confondeva i campi richiesti per inviare una transazione ETH.

Tre transazioni trasmissione alla rete Ethereum con una tassa di estrazione totale combinata di 2.730 ETH (attualmente del valore di circa $ 365.800).

Mentre le circostanze dietro l’evento rimangono sconosciute, Sparkpool ha successivamente accettato di rimborsare la metà della tassa mineraria di 2.100 ETH, che rappresentava la più grande delle tre commissioni di transazione.

L’importo del rimborso proveniva da un suggerimento del mittente, che desiderava ringraziare gli sviluppatori del pool per l’assistenza nel recupero dei fondi.

“Grazie a SparkPool e ai tuoi minatori per averci aiutato a recuperare la nostra perdita, siamo disposti a condividere metà del 2100 ETH con i minatori per ringraziare l’integrità dei minatori”, il mittente ha scritto in una transazione con Sparkpool verificando l’identità del proprio portafoglio.

Emettendo il rimborso di 1.050 ETH, Sparkpool rispose in cinese e inglese, quest’ultimo messaggio lettura: “Grazie per la tua comprensione e generosità. – SparkPool. ”

La natura di molti blockchain pubblici significa che le transazioni inviate con errori non possono essere modificate dopo che un mittente conferma che desiderano eseguirle.

Altri, come EOS, contengono una funzionalità grazie alla quale alcune parti possono invertire le transazioni, cosa che ha portato a critiche da fonti della comunità.

Come Cointelegraph segnalati, EOS ha visto un evento di transazione proprio questa settimana dopo che un utente è riuscito a trasmettere alla rete un singolo pagamento di un trilione di token EOS – molte volte più della fornitura disponibile.

Source link