Un nuovo studio rivela i paesi con la maggior parte degli scambi di criptovalute registrati


Il Regno Unito, il stati Uniti, Hong Kong e Singapore ha il maggior numero di scambi di valute digitali registrati, secondo i dati della piattaforma di analisi blockchain di Bitfury Crystal.

Cristallo pubblicato il suo "Rapporto sui flussi internazionali di Bitcoin 2013-2019" il 9 settembre, in cui fornisce informazioni sulle operazioni di criptovaluta e Bitcoin (BTC) transazioni in tutto il mondo tra il 1 ° gennaio 2013 e il 30 giugno 2019.

Regno Unito e Stati Uniti guidano il rating

I risultati mostrano che il maggior numero di scambi di criptovalute registrati si trova nel Regno Unito, negli Stati Uniti, a Hong Kong e a Singapore. Paesi come Argentina, India, Messico, Russia e Indonesia segnalare il minor numero di scambi registrati.

Secondo il rapporto, quasi il 10% di tutti gli scambi considerati nel sondaggio non ha paesi di registrazione.

Per quanto riguarda le transazioni Bitcoin, nel 2013, il 96% di tutti i Bitcoin trasferiti tra le borse è stato inviato da borse del gruppo "G20 e altri" (mostrato sotto), mentre nel 2018 il numero è crollato al 70%. Il rapporto afferma inoltre:

“Nel 2018, il volume totale di bitcoin trasferito direttamente tra le borse era di quasi $ 92,6 miliardi. Un totale di $ 65,1 miliardi è stato trasferito dagli scambi dai paesi del G20, Hong Kong e Singapore. ”

Scambi registrati nel gruppo "G20 e altri". Fonte: cristallo

Impatto delle normative crittografiche

Come precedentemente riportato, leader del G20 riaffermato la loro precedente posizione nei confronti delle criptovalute in una dichiarazione a seguito del vertice del G20 tenutosi a Osaka il 29 giugno. I leader del G20 hanno dichiarato che le criptovalute non costituiscono attualmente una minaccia per la stabilità monetaria e che l'innovazione tecnologica può apportare benefici significativi all'economia.

Sebbene il Regno Unito sia ampiamente considerato per essere un leader globale quando si tratta di adozione e innovazione delle criptovalute, l'ambiente è presumibilmente ancora confuso e complicato per gli scambi, le piattaforme e altre attività correlate, poiché l'industria è stata trascurata nella spinta a proteggere i consumatori.





Source link