Secondo quanto riferito, i regolatori canadesi sequestrano lo scambio di criptovalute a causa di $ 16 milioni ai clienti

I regolatori nella provincia canadese della British Columbia hanno chiuso lo scambio di criptovaluta con sede a Vancouver.

In un comunicato stampa del 4 novembre, la British Columbia Securities Commission (BCSC) segnalati che aveva preso provvedimenti contro lo scambio di criptovaluta di Einstein, che apparentemente deve più di $ 16 milioni ai suoi clienti, secondo alle notizie di CBC.

A seguito di una richiesta BCSC alla Corte suprema della Columbia Britannica, il tribunale ha nominato la società di revisione Grant Thorton Limited per agire da ricevente ad interim il 1 ° novembre. Secondo il comunicato stampa, Grant Thorton è entrato e ha garantito la sede dello scambio lo stesso giorno.

Il BCSC ha deciso di intraprendere un'azione legale e di chiudere lo scambio, dopo aver ricevuto "numerose denunce per i clienti che non erano in grado di accedere ai loro beni nello scambio di Einstein", mentre aveva anche ricevuto notizia da un avvocato che rappresentava lo scambio che "aveva pianificato di chiudere entro 30-60 giorni a causa della mancanza di profitti. "

L'investigatore della BCSC Sammy Wu ha detto alla CBC che crede che lo scambio di criptovalute abbia utilizzato in modo improprio le risorse dei suoi clienti, mentre i suoi clienti hanno oltre $ 16,3 milioni, che includono $ 11 milioni in criptovalute e circa $ 5 milioni in contanti.

Wu ha aggiunto di essere andato all'ufficio di cambio di Einstein venerdì scorso solo per scoprire che l'ascensore è chiuso a chiave per tutti i piani e che tutti i numeri di telefono elencati degli agenti dello scambio, incluso quello del fondatore dello scambio di Einstein Michael Gokturk, non sono più disponibili.

Il BCSC ha osservato che non ha autorizzato alcuna piattaforma di trading di cripto-attività a operare come uno scambio e che continua a sollecitare gli investitori a prestare attenzione quando investono in criptovalute.

Un altro scambio crittografico canadese sotto esame da parte del BCSC

In un caso separato, Elise Palmer, consulente per le relazioni con i media e gli affari pubblici del BCSC disse che ha ricevuto più lamentele sullo scambio di criptovaluta basato su Nanaimo ezBtc.ca. La portavoce ha deciso di commentare pubblicamente questa indagine "perché è nell'interesse pubblico farlo", aggiungendo:

"I denuncianti ci hanno detto di aver acquistato cripto-beni tramite ezBtc e di non aver potuto accedere ai loro beni. … I beni dei clienti sono a rischio. Chiunque abbia investito tramite ezBtc dovrebbe prendere in considerazione la possibilità di consultare un avvocato in merito alle proprie opzioni di recupero i soldi."

QuadriasCX fiasco

Gli investitori canadesi sono ancora frequentato dallo scambio QuadrigaCX fiasco, che ha generato titoli da quando il suo CEO, Gerald Cotten, è stato dichiarato morto in India senza rivelare mai le password per accedere alle riserve di criptovaluta dell'azienda.

Nell'ultimo anno, lo scambio è stato impegnato in un lungo caso giudiziario con i creditori dello scambio, alcuni dei quali hanno speculato selvaggiamente sul destino della criptovaluta persa, con molti dubbi sul fatto che saranno mai in grado di recuperare i loro fondi.





Source link