Reclami degli utenti Dimenticando "Brain Wallet" del valore di $ 13 milioni

A Bitcoin (BTC) l'investitore ha perso l'accesso a fondi per un valore superiore a $ 12,9 milioni dopo non aver registrato la passphrase per portafoglio.

In quella che potrebbe diventare l'ultima lezione tempestiva per la più ampia base di utenti Bitcoin, l'account Reddit u / lumanubrecon ha affermato che dal 26 novembre il loro saldo di 1.800 BTC era fuori portata.

Il cervello è un problema

L'utente ha affermato che le monete sono state originariamente conservate in un cosiddetto "portafoglio del cervello" nel 2016. Quando si tenta di recuperare il portafoglio utilizzando la passphrase generata al momento, tuttavia, il portafoglio non si sblocca.

Un portafoglio cerebrale è una forma di portafoglio Bitcoin che normalmente non comporta alcuna registrazione fisica o digitale della sua passphrase. Invece, gli utenti creano una passphrase che è facile da ricordare ma difficile da decifrare. Un esempio è una semplice frase che sostituisce le lettere standard con simboli che ricordano quelle lettere.

“Oltre a memorizzare la passphrase, l'ho anche scritta in un libro. Quindi ora quando ho digitato la passphrase non genera l'indirizzo a cui ho inviato 1800 btc ", ha spiegato u / lumanubrecon in un post di accompagnamento.

Realtà o finzione, la sicurezza del portafoglio è essenziale

L'analisi delle affermazioni produce domande. Secondo i dati provenienti dal monitoraggio delle risorse Bitinfocharts, solo due portafogli con un saldo iniziale di circa 1.800 BTC sono apparsi nel 2016. Entrambi hanno visto più transazioni in entrata successive, mentre 1.000 BTC ($ 7,16 milioni) ne hanno lasciato uno nel 2017.

Un moderatore di Reddit successivamente contrassegnato il post come "probabilmente falso". BashCo, il moderatore del r / Bitcoin subreddit, ha preso di mira i portafogli cerebrali come mezzo di archiviazione di Bitcoin.

"Perché si chiama un portafoglio" cervello "quando qualcuno con un cervello reale non farebbe mai qualcosa di così stupido? La storia è così stupida, suppongo che non sia reale ", ha twittato.

Indipendentemente dall'autenticità del reclamo, tuttavia, la necessità di proteggere le chiavi private dai saldi di criptovaluta continua a guadagnare attenzione nel 2019.

Come Cointelegraph segnalati, un impulso dedicato per consentire agli utenti di assumere il controllo delle loro partecipazioni terrà il suo secondo evento annuale il 3 gennaio prossimo. Conosciuta come Prova di chiavi, l'evento richiede a chiunque possieda la criptovaluta di controllare le proprie chiavi private.

Lunedì, nel frattempo, nuove scoperte dallo scambio Binance rivelato il vasta maggioranza degli investitori istituzionali che utilizzano i suoi servizi – il 92% – non ha controllato le proprie chiavi private.





Source link