Navigazione in Restrizioni per lo scambio di criptovalute specifiche per Paese


All'inizio di giugno 2019, rapporti è emerso quello Binance DEXIl sito Web stava bloccando gli utenti con indirizzi IP provenienti da 29 paesi. Questa notizia ha causato immediatamente confusione con alcuni commentatori, utilizzandola come un'opportunità per riaffermare la propria posizione secondo cui Binance DEX non è realmente uno scambio decentralizzato (DEX).

Tuttavia, come si è scoperto, i rapporti iniziali erano in qualche modo inaccurati, in quanto il geoblocking si applicava solo a Binance.org – il sito Web per la piattaforma DEX. Gli operatori potrebbero comunque accedere al DEX tramite alcuni supportati portafoglio app, ignorando la necessità di passare attraverso il sito Web per raggiungere il servizio DEX.

Rispondendo al problema, Changpeng Zhao, il CEO di Binance, ha sostenuto l'uso di reti private virtuali (VPNs) per aggirare tali restrizioni. Tuttavia, alcuni commentatori affermano che l'uso di VPN aumenta il carico per i commercianti che potrebbero preferire l'utilizzo di altre piattaforme che non comportano tali vincoli. Inoltre, c'è una piccola questione di VPN contro il DEX di Binance Termini di servizio (ToS).

Dal punto di vista del stati Uniticommercianti basati su basi, essendo geoblocked da Binance.org potrebbero vederli passare a vie commerciali regolamentate negli Stati Uniti, che sembrano ridursi entro quel giorno. Torna a maggio 2019, Poloniex dovuto bloccare negoziazione per i suoi clienti statunitensi su nove criptovaluta gettoni, tra cui ardore (ARDR), augur (REP) e NXT.

29 nazioni geoblockate da Binance.org

I commercianti degli Stati Uniti e di altri 28 paesi non saranno in grado di accedere al 1 ° luglio 2019 Binance DEX piattaforma tramite il suo sito web – Binance.org. Questa restrizione, secondo un pop-up che appare sul sito Web, copre gli utenti i cui indirizzi IP provengono dai paesi interessati.

Con l'imminente restrizione, Binance ha consigliato ai trader dei 29 paesi di prendere in considerazione l'utilizzo di app wallet che supportano l'accesso al DEX senza dover passare attraverso il sito web. Questi portafogli includono Trust Wallet, Coinomi, Portafoglio Atomic e portafoglio hardware Ledger, per citarne alcuni.

Mentre la società offre alternative ai commercianti nei paesi geofenced, fornisce ancora un'altra preoccupazione per i commercianti in giurisdizioni come gli Stati Uniti, dove le vie di trading sembrano essere in contrazione.

Storia correlata: Crypto Exchange Bittrex blocca gli utenti statunitensi dal trading in 32 Cryptos

Il Mancanza di chiarezza dai regolatori degli Stati Uniti per sapere se i token ICO devono essere considerati come titoli significa che scambi elencando tali token potrebbe essere necessario inserire nella lista nera i trader americani. Già, lo scambio Poloniex annunciato nel maggio 2019 gli operatori statunitensi non sarebbero più in grado di scambiare nove gettoni sulla sua piattaforma.

Annunciando su Twitter il 7 giugno 2019, Bittrex, un'altra borsa di criptovaluta, ha affermato che avrebbe utilizzato il geofencing come 32 risorse dalla sua base clienti negli Stati Uniti. La piattaforma di Seattle ha anche identificato le incertezze normative nel paese come la ragione della sua decisione.

Proprio come Bittrex, sembra che Binance stia vedendo anche i risultati del tentativo di offrire servizi ai commercianti con sede negli Stati Uniti in questo panorama normativo attuale. Come parte del suo Annuncio di Twitter, Bittrex ha dichiarato:

"I mercati internazionali offrono le maggiori opportunità di crescita e il più basso rischio di incertezza normativa. Continueremo a sostenere leggi e regolamenti che promuovano l'innovazione ".

Immagine 2

Nonostante gli sforzi concertati di molte parti interessate, la Securities and Exchange Commission del paese (SEC) non ha allentato la sua rigida posizione su ciò che costituisce una sicurezza per quanto riguarda le criptovalute. Alcuni membri della legislatura del paese stanno attualmente lavorando sulle modalità per fornire una proposta di legge un'esenzione per i token digitali dalla regolamentazione dei titoli.

Nel frattempo, i commercianti degli Stati Uniti e di tutti gli altri paesi interessati dovrebbero cimentarsi con il portafogli suggeriti. Alcuni possono ancora passare a piattaforme regolamentate negli Stati Uniti, anche se ciò significa avere meno opzioni di trading.

L'altra alternativa per questi trader è quella di utilizzare un servizio VPN per bypassare le restrizioni IP. Persino Zhao ha incoraggiato gli utenti a considerare ciò, definendoli una necessità in un tweet pubblicato il 3 giugno 2019:

Binance DEX ToS: VPN e dibattito sulla decentralizzazione

Le VPN consentono agli utenti di stabilire connessioni sicure con un server, il che può essere utile per proteggere il proprio footprint digitale da occhi indiscreti. Tuttavia, il caso d'uso più popolare per le VPN è probabilmente quello di aggirare i siti Web geoblocked e altre forme di censura su Internet.

Pertanto, non sembra al di fuori di considerare l'utilizzo di VPN per aggirare tali restrizioni imposte da Binance. Tuttavia, vi è una leggera ruga, in quanto l'uso di VPN è vietato nel Binance DEX ToS. Articoli 6.8 e 6.9 del documento di cui alla sezione 6, che tratta degli "usi vietati" legge:

"Non puoi: (…) dove sei residente o cittadino di una Giurisdizione Proibita o di una Persona Statunitense, accedi al Sito o ai Servizi utilizzando qualsiasi rete privata virtuale, servizio proxy o qualsiasi altro servizio di terze parti, rete o prodotto con l'intento di camuffare il tuo indirizzo IP o la tua posizione. "

Il documento DEX di Binance prosegue affermando che se la piattaforma determina che un utente ha violato tale regola, si riserva il diritto di indirizzare tale uso proibito. Quindi, perché allora simili come Zhao incoraggiano l'uso delle VPN quando sono chiaramente vietate dal ToS?

Cointelegraph ha contattato Binance per ottenere chiarimenti in merito, ma non ha ancora ricevuto alcuna risposta al momento della stampa.

Cosa succede quando commercianti nei 29 paesi che preferiscono utilizzare le VPN anziché accedere al DEX tramite app wallet supportate iniziano a farlo? Avrebbero delle ripercussioni negative sotto forma di sospensioni contabili o divieti?

Forse i trader dei paesi colpiti farebbero bene a calpestare con cautela a questo riguardo e magari restare con le piattaforme regolamentate nel paese, oppure avvalersi utilizzando una delle app wallet suggerite.

L'esame del documento ToS solleva anche altri problemi, il cui capo si trova nell'articolo 2 – "liquidità e rischio di quotazione" nella parte "divulgazione del rischio". Questa particolare parte del ToS legge:

"I mercati per i token digitali hanno vari gradi di liquidità. Alcuni sono piuttosto liquidi, mentre altri potrebbero essere più sottili. I mercati sottili possono amplificare la volatilità. Non c'è mai la garanzia che ci sarà un mercato attivo per vendere, comprare o scambiare token digitali o prodotti derivati ​​o accessori ad essi. Inoltre, qualsiasi mercato di token può apparire e scomparire all'improvviso. Binance non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito al fatto che un token digitale che può essere scambiato su o attraverso il Sito possa essere scambiato su o attraverso il Sito in qualsiasi momento nel futuro, se non del tutto. Qualsiasi token digitale è soggetto a rimozione dalla lista senza preavviso o consenso. "

La parte più importante di questa è la frase finale, che dice che i token possono essere "rimossi dal listino senza preavviso o consenso". Tale riserva difficilmente segnala il decentramento e mette in discussione la validità dell'asserzione che Binance DEX sia veramente decentralizzata.

Attualmente, le piattaforme centralizzate dominano lo spazio di scambio delle criptovalute. Alcuni commentatori sottolineano la difficile interfaccia utente utilizzata dalle piattaforme decentralizzate come parte del motivo per cui devono ancora vedere un'adozione diffusa.

I puristi della criptovaluta continueranno tuttavia a sostenere scambi decentralizzati per una serie di motivi, come la loro robusta sicurezza e la resistenza alla censura. Una rete DEX ben realizzata potrebbe anche tradursi in scambi molto meno costosi di quelli attualmente offerti dalle loro controparti centralizzate a causa dell'assenza di terzi.

Storia correlata: Quali sono gli scambi di crittografia per rispettare i regolamenti KYC, AML e CFT

Un altro importante punto dolente del trading di criptovalute è la crescente insistenza su Know Your Customer (KYC) e Antiriciclaggio (AML) protocolli da parte delle autorità di regolamentazione in diverse giurisdizioni, che Binance sembra aver incorporato nella sua piattaforma DEX. Tuttavia, poiché le piattaforme DEX di solito non supportano le conversioni in valuta fiat, non dovrebbe essere il caso che tale riserva sia rilevante per le loro operazioni.



Source link