La principale compagnia energetica del Regno Unito acquisisce una partecipazione in Electron, una ditta di blockchain

La principale società nel settore dell’energia del Regno Unito OVO ha investito in blockchain con la ditta Electron attraverso la sua divisione tecnologica recentemente lanciata, Kaluza. Lo sviluppo è stato annunciato in un post sul blog OVO pubblicato il 12 marzo.

Kaluza – una società di tecnologia grid intelligente che fornisce prodotti software e hardware per il settore energetico – ha riferito di aver fatto un investimento in Electron, una società di tecnologia energetica con sede a Londra che utilizza la tecnologia blockchain. La mossa mira a facilitare lo spiegamento di piattaforme di trading energetico distribuito di Electron.

Si suppone che Electron utilizzi i proventi dell’investimento per sviluppare le sue piattaforme e sistemi energetici o il suo mercato della flessibilità distribuita. “Lo sviluppo del registro delle risorse condivise di Electron sarà fondamentale per supportare la crescita di Kaluza e garantire la sua missione di collegare in modo sicuro tutti i dispositivi a una rete intelligente a zero emissioni di carbonio”, spiega il post.

Il nuovo investimento da OVO è riferito come il primo da Mitsubishi acquisita una quota del 20 percento nella ditta. OVO è riferito a settimo più grande fornitore di energia nel Regno Unito

Blockchain ha visto più applicazioni nel settore energetico a livello globale. All’inizio di marzo, tailandese società di raffinazione del petrolio Bangchak Corporation Public Co. Limited (BCP) ha iniziato i test una piattaforma di scambio di energia basata su blockchain e microgrid commerciale. La piattaforma supporterà il fabbisogno elettrico di base di una stazione di carburante BCP media oltre a generare, distribuire e immagazzinare energia per gli inquilini dei centri commerciali limitrofi.

Lo scorso mese, Giappone fornitore di energia solare Kyocera collaborato con LO3 Energy per testare le centrali elettriche virtuali a base di blockchain (VPP) per una migliore distribuzione dell’energia. Il test consentirà alle aziende di valutare la fattibilità dei VPP che promuovono un uso a basse emissioni di carbonio senza carburanti o emissioni di peer to peer rete di consenso distribuita.

Secondo recenti ricerca da Infoholic Research LLP, la blockchain globale nel mercato delle utilities energetiche dovrebbe aumentare del 60% entro il 2024. Il mercato è stato valutato a $ 210,4 milioni nel 2018 e si prevede che raggiungerà $ 3,4 miliardi entro il 2024. Infoholic Research prevede la crescita a tasso di crescita annuale composto del 59,4 percento dal 2018 al 2024.
Source link