La polizia cinese detiene il CEO di MicroBT presumibilmente per una disputa con Bitmain

Il fondatore del produttore di piattaforme di mining Bitcoin MicroBT è detenuto dall'8 novembre dalla polizia di Shenzhen per aiutare in un'indagine, secondo una notizia locale fonte. È probabile che la polizia stia interrogando Zuoxing Yang su accuse di violazione della proprietà intellettuale in merito alla tecnologia con sede a Pechino Bitmain.

Precedenti accuse di violazione di brevetto

In precedenza Yang ha lavorato in Bitmain come direttore di progettazione del processore e ha sviluppato i modelli Antminer S7 e S9. Presumibilmente infelice dopo che i colloqui sulle stock options sono passati, Yang se n'è andato e sollevato $ 20 milioni per fondare MicroBT.

Nel 2017, Bitmain ha fatto causa alla società per presunta violazione di un brevetto. Tuttavia, gli avvocati di Yang hanno fatto appello con successo affinché il brevetto venisse revocato l'anno successivo.

Jihan Wu ha istigato le rinnovate indagini?

Una fonte ha affermato che non era chiaro il motivo per cui la polizia avesse ripreso le indagini in quel momento. Tuttavia, i tempi della detenzione di Yang, in arrivo subito dopo l'inaspettato ritorno del co-fondatore Jihan Wu a Bitmain, potrebbero suggerire che Wu potrebbe essere coinvolta.

Wu è tornato in azienda alla fine di ottobre, cacciata collega co-fondatore e maggiore azionista, Micree Zhan. Wu ha espulso pubblicamente Zhan da tutti i doveri il mese scorso, avvertendo che qualsiasi personale ancora in comunicazione con lui potrebbe essere licenziato.





Source link