La legge sulla tassonomia dei gettoni include l'esenzione dall'imposta sui minimi per Crypto

Di recente reintrodotto Token Taxonomy Act (TTA) creerà a de minimis esenzione fiscale per crypto transazioni sotto $ 600, secondo il direttore esecutivo del Coin Center, Jerry Brito, al Consensus 2019 del 13 maggio.

L'esenzione fiscale de minimis stabilisce che se un proprietario cripto riscontra un guadagno in conto capitale fino a $ 600 di crittografia, allora a quel proprietario non è richiesto di segnalare il guadagno all'Internal Revenue Service (IRS), il Stati Uniti' autorità fiscale.

Brito osserva che questa situazione è parallela a come piccoli guadagni su valute estere sono stati trattati prima di una condizione de minimis che è stata introdotta negli anni '90 dal Congresso. Prima di allora, se qualcuno acquistasse valuta estera per fare una breve vacanza in un altro paese, eventuali plusvalenze verificate nel corso del possesso di tale valuta avrebbero dovuto essere segnalate tecnicamente.

Brito ha aggiunto che si potrebbe essere tecnicamente obbligati a segnalare i guadagni in conto capitale quando si utilizzano cryptocurrencies per acquistare cose semplici come un laptop, biglietti aerei o anche per scrivere a contratto intelligente, che richiede il dispendio di una piccola quantità di etere (ETH) o altre criptovalute abilitate. Legalmente, Brito ha osservato, le autorità di regolamentazione potrebbero scegliere di richiedere la segnalazione di queste piccole spese.

Come in precedenza segnalati da Cointelegraph, il TTA, se passato, escluderebbe anche la criptovaluta dalla classificazione come sicurezza. La TTA delimiterà anche la giurisdizione della Commodity Futures Trading Commission (CFTC) e la Federal Trade Commission (FTC), oltre a fornire certezza normativa per la conformità e l'applicazione degli statuti criptografici.



Source link