La Corea del Nord prevede di lanciare la propria criptovaluta simile a Bitcoin


La Corea del Nord ha messo in atto piani per creare la propria criptovaluta che sarà simile a Bitcoin o altre criptovalute. La criptovaluta aiuterà il Paese a evitare le sanzioni internazionali e ad eludere il sistema finanziario globale dominato dagli Stati Uniti.

La Corea del Nord presenterà Own Crypto

Un rappresentante del regime ha indicato che la criptovaluta pianificata sarà la stessa delle altre criptovalute. Alejandro Cao de Benos, il capo delle conferenze crittografiche del paese, ha dichiarato che stanno attualmente valutando prodotti che offriranno il valore della valuta digitale. Per ora, il paese non intende digitalizzare la sua valuta corrente.

In tempi recenti, Pyongyang ha dimostrato un interesse significativo per la criptovaluta. Ad aprile, il paese ha tenuto la sua prima conferenza di criptovaluta e blockchain che ha riunito tutti gli esperti di criptovaluta e blockchain coltivati ​​in casa con aziende straniere.

Tuttavia, gli osservatori dell'uso delle cripto della Corea del Nord confermano che il paese ha la capacità di creare e distribuire una criptovaluta con poco sforzo. Questa criptovaluta aiuterà i nordcoreani a eludere le sanzioni.

La Corea del Nord ha la competenza per costruire la propria crittografia

Analista del Royal United Services Institute Kayla Izenman ha detto VICE News che il paese ha dimostrato un notevole interesse per lo spazio delle criptovalute. Ha dimostrato competenza in cripto-jacking, scambi di hacking, mining di criptovalute e molto altro. Dice che ciò conferma che il Paese ha le competenze necessarie per creare e utilizzare praticamente tutte le iterazioni di criptovaluta, inclusa la creazione della sua valuta digitale.

>> Altcoin Season? La corsa al toro continua mentre il Bitcoin si blocca

Sebbene Bitcoin fornisca agli utenti l'anonimato, è comunque più facile tenere traccia delle transazioni in tutto il mondo. È per questo motivo che la Corea del Nord sta meditando sulla creazione della sua criptovaluta che possono controllare le persone che hanno accesso ad essa e come viene gestita. Anche paesi come l'Iran, il Venezuela e la Russia stanno prendendo in considerazione progetti simili.

La Corea del Nord si è rivolta alla criptovaluta per raccogliere fondi da attività illegali. Recentemente, gli hacker del paese sono stati accusati di aver rubato criptovalute e di averle estratte prima di utilizzarle per eludere i limiti imposti dalle restrizioni internazionali al loro istituto finanziario. Gli hacker sponsorizzati dallo Stato della Corea del Nord usano Bitcoin per ransomware attacchi informatici e hanno accumulato quasi $ 2 miliardi in valuta digitale e fiat.

Immagine di presentazione: DepositPhotos © PromesaStudio

Se ti è piaciuto questo articolo Fai clic per condividere





Source link