La Blockchain Firm TZero aggiunge Ravencoin alle criptovalute supportate

La società Blockchain tZero ha aggiunto Ravencoin (RVN) all'elenco delle criptovalute supportate dal suo portafoglio di criptovalute tZero Crypto e dall'app di trading.

Ravencoin ora è supportato sull'app tZero

TZero ha annunciato in un comunicato stampa pubblicato il 20 agosto che Ravencoin si unirà a Bitcoin (BTC) ed Ether (ETH) tra le criptovalute supportate dalla sua app tZero Crypto di trading e wallet, disponibile per dispositivi iOS e Android. Secondo il rilascio, la società ha presentato l'app iOS aggiornata che supporta l'asset crittografico al negozio ieri, mentre l'aggiornamento per l'app Android verrà pubblicato oggi.

L'app in questione, lanciata a giugno, consente agli utenti di acquistare, vendere e detenere risorse crittografiche. Il CEO di TZero Saum Noursalehi ha commentato lo sviluppo spiegando il ragionamento alla base della scelta di aggiungere il supporto Ravencoin:

“Oltre ad essere una delle criptovalute in più rapida crescita, Ravencoin è filosoficamente allineato a tZERO nel rendere facile la digitalizzazione degli asset e renderli liberamente negoziabili. (…) Ravencoin consente l'emissione diretta e il trasferimento su catena di qualsiasi risorsa digitale, compresi i token di sicurezza, rendendo il supporto per RVN un adattamento naturale per tZERO Crypto. "

I giocatori

Secondo il rilascio, Ravencoin è una criptovaluta open source che mira a consentire pagamenti istantanei, costruire e supportare token di sicurezza, oggetti da collezione digitali, token di utilità, buoni regalo, valuta legale o altre risorse definite dall'utente. TZero è una consociata di maggioranza del colosso commerciale Overstock focalizzata sullo sviluppo di applicazioni blockchain.

Come Cointelegraph segnalati a marzo, Ravencoin è stato messo alla ribalta con il CEO di Overstock.com Patrick Byrne, menzionando che la sua azienda aveva investito milioni di dollari nel "caso specifico Blockchain incentrato sul trasferimento di attività".





Source link