Il lancio di Crypto di Facebook in H2 2020, afferma il capo dell'Associazione Bilancia

Il capo dell'organizzazione no profit dietro di Facebook La valuta digitale della Bilancia ha dichiarato che la società è impegnata a lanciarla e a eliminare gli ostacoli normativi.

Perez: "Non vogliamo essere come BlackRock"

In un'intervista con la rivista francese Les Echos il 12 settembre Bertrand Perez, direttore generale dell'Associazione Bilancia, ha dichiarato che il gettone dovrebbe apparire nella seconda metà del 2020.

I commenti sono arrivati ​​il ​​giorno in cui il ministro dell'economia e delle finanze francese ha dichiarato che il Paese si rifiuterà di consentire alla Bilancia di operare all'interno dei suoi confini.

Come Cointelegraph segnalati, le preoccupazioni per la stabilità finanziaria hanno alimentato il risentimento, con Bruno Le Maire che sembra voler plasmare una politica ostile dell'Unione europea nei confronti della Bilancia.

Secondo Perez, tuttavia, Facebook non desidera creare nuove forniture di denaro tramite il token. Ha fatto paragoni con BlackRock, il più grande gestore patrimoniale del mondo, affermando che il gigante dei social media non voleva competere in quel mercato.

"Non vogliamo diventare un nuovo BlackRock", ha detto a Les Echos, continuando:

"Ecco perché queste preoccupazioni sull'effetto destabilizzante che la nostra valuta di riserva potrebbe avere sulle valute legali delle banche centrali – che figurano nel nostro paniere – ci sembrano infondate."

Facebook risolverà le preoccupazioni del governo

Allo stesso modo Perez ha confermato che la Bilancia, al momento del lancio, sarebbe legata a una selezione delle principali valute mondiali, ma in particolare non a quella Yuan cinese.

Come Cointelegraph in precedenza noto, Pechino sta dando gli ultimi ritocchi alla propria valuta digitale, con i funzionari della banca centrale già esprimendo le proprie preoccupazioni dirette sul sostegno della Bilancia.

Tuttavia, Perez è fiducioso che tutte le difficoltà normative potrebbero essere risolte dal lancio.

"L'anno che abbiamo trascorso prima del rilascio ci consentirà di risolvere tutti i problemi", ha aggiunto.

Nel frattempo la Francia si è impegnata a non tassare le transazioni da criptovaluta a criptovaluta, evidenziandone potenzialmente posizione permissiva verso il fenomeno.





Source link