Il gruppo CME prevede che le nuove opzioni Bitcoin vedranno una forte domanda in Asia

Il gruppo Chicago Mercantile Exchange (CME) prevede di vedere una forte domanda in Asia per il suo prossimo Bitcoin (BTC) opzioni prodotto.

Tim McCourt, responsabile globale dell'indice azionario e dei prodotti di investimento alternativi di CME Group, detto presa di notizie South China Morning Post, il 10 ottobre, secondo cui il nuovo prodotto di criptovaluta dovrebbe rivelarsi popolare quanto i futures BTC esistenti sullo scambio.

I minatori saranno in grado di coprire i loro costi

Secondo il rapporto, circa la metà del volume degli attuali futures BTC di CME è rappresentata da operatori asiatici ed europei. McCourt ha detto ai giornalisti che il prossimo prodotto di opzioni consentirebbe agli operatori di mercato di essere più precisi su come ottenere esposizione a Bitcoin e gestire i suoi rischi di prezzo:

"Mentre i futures ti offrono un'esposizione one-to-one, per cui il movimento del bitcoin sottostante si traduce direttamente in un valore specifico in dollari per contratto, un'opzione ti offre vari livelli di prezzo di esercizio e può offrirti una protezione al ribasso o un'esposizione al rialzo a una frazione del prezzo sottostante. "

A differenza dei futures, i contratti di opzione consentono agli operatori di acquistare un diritto di acquisto (un'opzione call) o di vendere (un'opzione put) una determinata attività a un "prezzo di esercizio" determinato determinato prima o alla data di scadenza del contratto.

McCourt ha osservato che le opzioni probabilmente consentirebbero ai minatori di Bitcoin di coprire più accuratamente i costi della loro produzione. Ha anche sottolineato come l'attuale negoziazione di contratti futures su Bitcoin tra minatori con sede in Cina abbia offerto loro una copertura durante periodi di volatilità sui mercati spot.

Evoluzione del mercato dei derivati ​​Bitcoin di CME

Come riportato in precedenza da Cointelegraph, CME Group annunciato il suo piano di opzioni Bitcoin a settembre, rivelando l'intenzione di lanciare il prodotto nel primo trimestre del 2020, in attesa di revisione normativa.

Da inizio anno, 7000 contratti futures su CME Bitcoin – equivalenti a circa 35.000 BTC – sono stati scambiati in media ogni giorno.

Il 13 maggio a registra il volume giornaliero di 33.677 contratti – equivalenti a oltre 168.000 BTC – sono stati negoziati in borsa.

Questo autunno, commentatori del settore hanno da vicino ciò che molti percepiscono come l'assorbimento lento dei contratti futures Bitcoin appena lanciati da Bakkt – il primo del loro genere ad essere regolato fisicamente in Bitcoin – che è andato in diretta il 22 settembre.





Source link