Il fondatore della SEC presenta una causa contro il Veritaseum (VERI)


La SEC ha intentato una causa d'emergenza contro il Veritaseum (VERI) e il suo fondatore Reginald Middleton presso il Tribunale distrettuale orientale di New York. L'azione mira a impedire a Middleton di spendere $ 8 milioni di dollari raccolti dalla società in un ICO.

Investitori VERI "consapevolmente ingannati"

La SEC sostiene quel signor Middleton "Consapevolmente ingannato" gli investitori in merito al successo commerciale precedente al fine di aumentare la domanda degli investitori per i token VERI. La SEC afferma inoltre che Veritaseum ha effettuato operazioni di manipolazione per aumentare il valore dei token VERI. Il valore del Veritaseum, la 15a criptovaluta più grande del mondo, è sceso di quasi il 45% a seguito delle notizie.

Questa azione d'emergenza cerca di impedire a Middleton di dissipare $ 8 milioni di dollari, che rimangono da circa $ 14 milioni di dollari che sarebbero stati defraudati dagli investitori tra il 2017 e l'inizio del 2018. La notizia arriva appena un giorno dopo CipherTrace, una delle principali società di sicurezza crittografica, ha riferito che i criminali crittografici avevano preso $ 4,3 miliardi di dollari nel solo 2019.

Una serie di mestieri segreti

Middleton aveva erroneamente affermato che Veritaseum aveva prodotti pronti a stimolare l'interesse degli investitori, oltre a piazzare una serie di operazioni segrete dopo l'ICO, che ha aumentato artificialmente il prezzo di VERI di oltre il 300% in un solo giorno di negoziazione. Il signor Middleton ha anche sottratto $ 520.000 di fondi raccolti durante l'ICO per uso personale.

>> La SEC deciderà in seguito tre proposte di ETF su Bitcoin

Secondo la SEC, il signor Middleton ha tentato di evitare i requisiti di registrazione della SEC sostenendo che i token VERI fossero "commissioni prepagate", "software" o "buoni regalo". La SEC inizialmente aveva dichiarato agli avvocati dell'imputato che avrebbero probabilmente raccomandato di presentare di un'azione esecutiva. Tuttavia, dopo questo il convenuto "Ha spostato più di $ 2 milioni nei rimanenti proventi dell'offerta da un indirizzo blockchain che controllava in altri indirizzi e ha utilizzato una parte di tali fondi per acquistare altri metalli preziosi". Alla richiesta di non spendere più fondi presumibilmente fraudolenti, l'imputato ha rifiutato.

La SEC sta ora cercando un ordine per congelare le attività del convenuto al fine di prevenire la dissipazione di ulteriori fondi.

Immagine in primo piano: DepositPhotos © gunnar3000

Se ti è piaciuto questo articolo Fai clic per condividere





Source link