ICE spinge per la patente di custodia Bakkt Bitcoin – Approvazione CFTC imminente?

Secondo quanto riferito, l'Intercontinental Exchange (ICE) sta adottando misure per garantire l'approvazione della Commissione per il commercio di materie prime su commodity negli Stati Uniti (CFTC) per la sua piattaforma di contratti futures bitcoin – Bakkt. ICE, l'operatore della Borsa di New York (NYSE), ha recentemente acquisito un servizio di custodia di criptovaluta e sta pensando di registrare Bakkt come un trust con licenza nello stato di New York.

In caso di successo, queste ultime mosse vedrebbero Bakkt diventare una piattaforma di custodia registrata di bitcoin (BTC). Rapporti recenti indicano anche che la società è in partnership con Bank of New York (BNY) Mellon per lo stoccaggio delle chiavi di sicurezza di criptovaluta.

Acquisizione DACC e piani di custodia bitcoin

Come segnalati di Cointelegraph, lunedì 29 aprile 2018, BakktLa casa madre, l'ICE, acquisita Digital Asset Custody Company (DACC) – a criptovaluta piattaforma di custodia. Adam White, chief operating officer di Bakkt, ha detto che l'acquisizione è stata un importante ingranaggio nella ruota dei piani dell'azienda di lanciare i suoi contratti futures bitcoin sostenuti fisicamente.

DACC offre supporto nativo per 13 blockchain e oltre 100 asset. Secondo l'annuncio, l'amministratore della DACC e altri membri del team saranno assimilati alla struttura operativa di Bakkt.

L'acquisto DACC è la seconda acquisizione di questo tipo da parte di Bakkt. Nel gennaio 2019, la filiale ICE acquisito attività di back office appartenente al gruppo Rosenthal Collins (RCG) – un mercante di contratti a termine indipendente.

Annunciando l'acquisizione DACC tramite l'account Medium di Bakkt, White ha spiegato:

"DACC condivide la nostra mentalità di sicurezza e offre un'esperienza completa che offre soluzioni di custodia sicure e scalabili ai clienti istituzionali. L'esperienza del team che integra più blockchain e meccanismi di consenso all'avanguardia è un'aggiunta preziosa al nostro team e alla futura linea di prodotti ".

Acquisendo DACC, sembra che Bakkt stia spingendo ancora oltre con il suo obiettivo di diventare la più importante piattaforma di criptovaluta di livello istituzionale ben oltre offerta supportato fisicamente futures bitcoin. L'acquisto vede la filiale di ICE posizionarsi per lo stato di custodia di criptovaluta.

Molti commentatori del settore hanno identificato in modo coerente l'emergere di affidabili piattaforme di deposito di criptovalute come requisito importante per un'adozione istituzionale più ampia della classe di attività. Aziende di criptovaluta come Coinbase e Goldman Sachs-backed Cerchio hanno lanciato piattaforme di custodia per beni digitali.

L'acquisto di DAC di Bakkt fa parte di una ambiziosa ambizione di diventare un custode certificato di criptovalute. Sembra che l'ICE stia cercando di far registrare la compagnia come una fiducia nello stato di New York.

In caso di successo, Bakkt avrebbe l'autorità legale di agire come depositario qualificato per bitcoin e altre risorse digitali. Una tale mossa, spera la società, potrebbe rendere più agevole il processo di approvazione della CFTC.

Come parte del suo piano per offrire solide soluzioni di custodia di criptovaluta, Bakkt sta collaborando con BNY Mellon per stabilire lo storage di chiavi private in più posizioni geografiche. Torna nel 2018, il colosso bancario globale piani annunciati per iniziare a offrire servizi di custodia di criptovaluta.

Magazzinaggio vs. custodia fisica

Tuttavia, il passaggio dal "magazzinaggio" delle risorse digitali alla custodia fisica fa sorgere dubbi sul fatto che Bakkt stia impiegando un cambiamento nella sua strategia. In risposta, Loeffler parla a Fortune, disse:

"Non c'è pivot. Da zero ciò che l'ICE ha costruito per due anni è la versione più sicura di una soluzione di custodia per i beni digitali. "

I commenti di Loeffler a parte, il Bakkt originale deposito delle domande mostra la compagnia che offre un contratto di future bitcoin fisicamente regolato con la consegna fisica effettuata tramite "warehousing, "A differenza dell'archiviazione fisica del bene sottostante.

Dal punto di vista tecnico, l'approccio di Bakkt ai bitcoin futures fa ben sperare da un punto di vista della scoperta dei prezzi, ma incontra problemi quando riguarda le normative. Con Bakkt offre contratti futures bitcoin regolati non in contanti come CBOE o CME ma nell'attività sottostante sembrano esserci problemi nel bilanciare i vari ostacoli normativi che devono essere superati.

Il tipico paradigma normativo per il commercio di derivati ​​negli Stati Uniti implica un duplice approccio delle leggi federali e statali. La CFTC sovrintende alle entità di scambio, alle case di compensazione e alla merce scambiata, mentre i regolatori statali sono responsabili delle istituzioni che detengono l'attività sottostante o altri strumenti finanziari.

Pertanto, all'interno di questo paradigma normativo biforcato, il piano di Bakken di immagazzinamento di bitcoin tramite la casa di compensazione della sua casa madre si scontra con alcuni scatti normativi, il cui capo è il fatto che l'ICE non è una banca. Il solito custode regolamentato dallo stato come riconosciuto dal 1936 Legge sugli scambi di merci è un trust registrato o una banca.

Sezione 5b, clausole vi e vii del Commodity Exchange Act: Procedure procedure di liquidazione:

"(Vi) Per quanto riguarda l'insediamento fisico, stabilire regole che stabiliscano chiaramente ogni obbligo delle organizzazioni di compensazione dei derivati ​​in relazione alle consegne fisiche; e (vii) assicurare che ogni rischio derivante da un'obbligazione descritta nella clausola (vi) sia identificato e gestito. "

Di solito, quando emerge una tale area grigia regolamentare, potrebbe essere raggiunto un accordo per concedere un'esenzione, consentendo a Bakkt di utilizzare l'infrastruttura di clearing house di ICE per il suo contratto bitcoin. Tuttavia, vi è un ostacolo importante che potrebbe teoricamente ostacolare un simile accordo.

Per capire questo ostacolo, è importante descrivere brevemente come funzionano le case di compensazione. In qualità di intermediari terzi, le stanze di compensazione si trovano nel divario tra acquirente e venditore per garantire il completamento della transazione in derivati, mantenendo al contempo entrambe le parti in linea con la rispettiva parte dell'accordo.

Le varie società costituenti della stanza di compensazione dividono il rischio coinvolto nella transazione in un processo chiamato "mutualizzazione del rischio"In questo accordo se il" componente A "della" stanza di compensazione XYZ "dovesse contenere bitcoin, le altre imprese membro sarebbero aperte al rischio mutualizzato di Prezzo BTC fluttuazione.

Esiste uno scenario plausibile in cui le società costituenti della camera di compensazione dell'ICE potrebbero non essere aperte a uno dei suoi membri che detiene BTC come parte del processo di regolamento per i contratti futures bitcoin di Bakkt. Un'oscillazione significativa del prezzo del bitcoin durante il processo di transazione potrebbe vedere queste ditte di membri incorrere in tassi di interesse negativi sui loro futuri "custoditi" delle materie prime.

Superare il traguardo di approvazione CFTC

Originariamente stanziato per il lancio nel dicembre 2018, i timori relativi all'adeguamento e allo stoccaggio adeguati dei clienti per i contratti futures bitcoin hanno causato l'intenzione di spostato al 2019. L'ICE ha rilasciato un comunicato stampa nel novembre 2018 annunciando il passaggio della data di lancio a gennaio 2019.

Tuttavia, Bakkt mancato per ottenere l'approvazione CFTC, che ha portato a un altro rinvio. Secondo i rapporti, la principale preoccupazione per il regolatore degli Stati Uniti era il piano della compagnia di regolare i contratti futures bitcoin tramite l'ICE Clear US (ICUS) – una centrale di scambio e una stanza di compensazione regolata da CFTC.

Recentemente, la CFTC ha aumentato la sua supervisione sulle stanze di compensazione come parte dei suoi sforzi per proteggere gli investitori nel mercato dei derivati.

Mercoledì 1 maggio 2019, il presidente della CFTC, J. Christopher Giancarlo, ha testimoniato dinanzi alla commissione per l'agricoltura della sottocommissione sull'agricoltura, l'energia e il credito, disse:

"Inoltre, gli esami delle stanze di compensazione aiutano la Commissione a individuare i problemi che possono influire sulla capacità di un centro di controllo di controllare e monitorare i suoi rischi. Questi sono tra gli esami più importanti condotti dalla Commissione, poiché le stanze di compensazione sono diventate punti di rischio critici nel sistema finanziario globale. Inoltre, il numero di stanze di compensazione, la portata e la complessità delle questioni di esame e l'importanza di questi esami per la stabilità finanziaria complessiva sono tutti in aumento ".

Data la natura romanzesca delle criptovalute come classe di attività, la CFTC probabilmente ritiene che tali piani cadano in un'area grigia dal punto di vista normativo. Pertanto, la commissione è stata coerente nella sua insistenza sul fatto che Bakkt sviluppi un'infrastruttura più robusta per la gestione di bitcoin e la risoluzione di contratti futures bitcoin.

Pur non riferendosi direttamente a Bakkt o all'ICE, il presidente della CFTC ha anche commentato le società collegate alla criptovaluta che chiedono licenze per operare case di compensazione. A proposito della questione, il presidente della CFTC ha dichiarato:

"Oltre alle clearinghouse statunitensi, la Commissione ha sei stanze di compensazione registrate situate oltremare e ha esentato quattro stanze di compensazione estere. La Commissione prevede nuove domande per la registrazione delle camere di compensazione derivanti dall'esplosione dell'interesse per le criptovalute; un'area in cui la protezione delle criptovalute sarà uno dei più alti rischi ".

Pur affermando l'impegno della Commissione nel sostenere standard normativi rigorosi, il presidente Giancarlo ha ribadito l'obiettivo della CFTC promuovere l'innovazione. Il presidente della CFTC, tuttavia, ha ammesso che le autorità di regolamentazione devono affrontare numerose sfide nel tentativo di adattare le leggi vecchie di decenni a nuove classi di asset digitali.

Cointelegraph ha contattato sia Bakkt che CFTC per commenti sull'argomento. Damon Leavell, senior director of communication and marketing di ICE Americas, ha dichiarato a Cointelegraph che il team di Bakkt rimane focalizzato sulla costruzione dell'azienda, ma ha rifiutato di fornire ulteriori commenti. La CFTC deve ancora fornire alcuna risposta alla richiesta di commenti di Cointelegraph.

Nonostante l'assenza di commenti ufficiali da parte sia di Bakkt che della CFTC, sembra che i piani iniziali di custodia della società abbiano avuto un ruolo importante nei ritardi e nei rinvii. Dati i recenti annunci e acquisizioni, sembra che Bakkt stia tentando di correggere questi problemi spingendo per l'autocertificazione come custode della criptovaluta.



Source link