IBM lancia il nuovo prodotto della catena di fornitura Blockchain utilizzando Red Hat Tech

Il gigante della tecnologia globale IBM ha lanciato un nuovo prodotto della catena di fornitura integrata basato sulle tecnologie IBM tra cui Watson AI e IBM Blockchain.

Integrazione ibrida-cloud

Chiamato Sterling Supply Chain Suite, il nuovo prodotto IBM consente il supporto ibrido-cloud dell'integrazione dei dati tra produttori, rivenditori e altri partecipanti alla rete, fornendo presumibilmente maggiore affidabilità, trasparenza e sicurezza, l'azienda annunciato l'8 ottobre.

In particolare, il livello di flessibilità di integrazione fornito dal nuovo servizio consente alle aziende di aggiornare e migliorare le proprie soluzioni della catena di approvvigionamento in base alle esigenze aziendali.

Acquisizione di Red Hat

IBM afferma che le capacità di architettura aperta dei servizi Sterling Supply Chain Suite sono rafforzate dalla recente acquisizione dell'azienda di Red Hat, un fornitore di soluzioni open source aziendali, che IBM acquisite a luglio 2019 per un valore azionario totale di $ 34 miliardi.

In particolare, i clienti possono scegliere dove eseguire i carichi di lavoro e la possibilità di collegarli a servizi a valore aggiunto in IBM Sterling Supply Chain Suite.

Ad esempio, una volta certificati, i contenitori IBM Sterling Order Management per Red Hat OpenShift consentiranno ai clienti di continuare a eseguire il proprio software nel proprio data center o in qualsiasi cloud, le note del comunicato stampa.

IBM è una delle più grandi aziende che sperimentano la tecnologia basata su blockchain nella catena logistica e logistica. A metà settembre, un gruppo di aziende globali di caffè annunciato i loro piani per lanciare una piattaforma blockchain per la catena di approvvigionamento del caffè utilizzando un'app sviluppata da IBM entro l'inizio del 2020.

Alla fine di agosto, il dipartimento doganale della Thailandia rivelato utilizzerà la soluzione blockchain di IBM Tradelens per tracciare le spedizioni nei porti thailandesi.





Source link