I regolatori discutono la legislazione sulla criptovaluta in vista del vertice del G20


Il dibattito sul regolamento delle criptovalute dovrebbe essere al centro del prossimo vertice del G20, in cui rappresentanti di vari paesi valuteranno il nuovo corso di azioni legali proposto dal Task force internazionale di azione finanziaria. Il FATF dovrebbe rilasciare le proposte per nuovi standard internazionali che regolano il business delle criptovalute il 21 giugno.

Rappresentanti Blockchain all'evento G20

Il vertice ha il supporto dei legislatori e dovrebbe avere a bordo i Virtual Asset Service Provider (VASP) e le associazioni nazionali di blockchain. Questo vertice si svolgerà in concomitanza con il vertice del G20 che è previsto tra il 28 giugno e il 29 giugno a Osaka, in Giappone. Sembra quasi un passo avanti che il vertice si svolga in Giappone, che è attualmente l'unico paese con un quadro legale per la regolamentazione delle criptovalute.

Gli standard FATF per la criptovaluta hanno grandi speranze tra i legislatori e l'obiettivo principale è l'impatto della cripto sulle sfide di sicurezza finanziaria durature. Membro del Congresso giapponese Naokazu Takemoto affrontato l'argomento, affermando che l'industria VASP vede l'importanza di avere una regolamentazione chiara per prevenire i reati finanziari e mitigare le questioni relative alla corruzione. Alcune delle più recenti normative includono misure per stringere le restrizioni relative al commercio predittivo e nuovi regolamenti per gli scambi come avere un fondo di protezione per criptovaluta.

>> Facebook entra nel Crypto Space con Libra Coin

Troppa regolazione potrebbe ritorcersi contro

Sebbene vi sia un consenso da parte delle autorità di regolamentazione in merito all'adozione di regolamenti per il controllo del settore, troppa parte potrebbe ritorcersi contro. Roger Wilkins, ex presidente della FTAF, avverte che i nuovi regolamenti potrebbero potenzialmente spingere il pubblico da piattaforme controllate. Wilkins ha affermato che esiste una possibilità che le regole abbiano un effetto diverso rispetto all'intenzione originale, che potrebbe potenzialmente forzare le transazioni di criptovaluta dalle piattaforme controllate.

Si prevede che paesi come la Corea del Sud, la Cina, Singapore, l'Australia e il Regno Unito abbiano rappresentanti delle associazioni blockchain al vertice del G20 per rivedere lo standard. L'industria blockchain è in attesa di vedere se il corpo internazionale li opprimerà.

Immagine in evidenza: DepositPhotos © kasto

Se ti è piaciuto questo articolo clicca per condividere



Source link