I cubetti di scambio di criptovaluta si chiudono dopo una truffa di $ 33 milioni


scambi

Cubits, una piattaforma di trading di asset digitali con sede a Londra, è stata costretta ad entrare in amministrazione dopo che i truffatori hanno rubato 29 milioni di euro (circa 32,5 milioni di dollari) dallo scambio di febbraio. La società ha affermato "è caduto vittima" di una truffa elaborata orchestrata in collusione con tre dei suoi clienti.

Leggi anche: Ex Mt. Il CEO di Gox potrebbe affrontare 10 anni in prigione per appropriazione indebita

Lo scambio entra in amministrazione volontaria

L'amministrazione significa che gli investitori non possono depositare o prelevare fondi fino a nuovo avviso. Non è chiaro quanto valga la pena di Bitcoin che lo scambio deteneva per conto dei clienti al momento della chiusura.

Cubits ha nominato Steve Parker e Trevor Binyon di Opus Restructuring & Insolvency come amministratori congiunti. In un dichiarazione, la società ha detto di non essere riuscita a riprendersi dal "crimine", che ha coinvolto i conti di tre clienti.

<img class = "aligncenter wp-image-260550 size-full” title=”I cubetti di scambio criptovaluta chiudono dopo una truffa da 33 milioni di dollari” src=”https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/Screenshot_2018-12-14-13-28-38-1.png” alt=”I cubetti di scambio criptovaluta del Regno Unito si chiudono dopo una truffa di $ 33M "width =" 915 "height =" 403 "srcset =" https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/Screenshot_2018-12-14- 13-28-38-1.png 915w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/Screenshot_2018-12-14-13-28-38-1-300×132.png 300w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/Screenshot_2018-12-14-13-28-38-1-768×338.png 768w, https://news.bitcoin.com/wp -content / uploads / 2018/12 / Screenshot_2018-12-14-13-28-38-1-696×307.png 696w "sizes =" (larghezza massima: 915px) 100vw, 915px”/>

Cubits, il nome commerciale della persona giuridica Dooga Ltd., ha affermato che il "grave atto criminale" ha paralizzato le operazioni commerciali e "alla fine ha portato alla difficile decisione di mettere la società in amministrazione".

Tre trader cinesi avrebbero acquistato BTC attraverso la piattaforma tramite Pay Secure Online (Paysec), un processore di pagamento con sede a Malta. Tuttavia, Paysec non ha mai rimesso i fondi a Dooga, in una presunta truffa. Cubits ha ora intentato un'azione legale a Malta per costringere Paysec a rimborsare i 35 milioni di euro (39,2 milioni di dollari di cui è presumibilmente debitore dello scambio. La richiesta di rimborso comprende fondi provenienti dai tre conti cinesi e altri.

La società ha dichiarato:

Il crimine è accaduto nel febbraio 2018 e ha coinvolto i conti di tre clienti. Bitcoin con un valore di mercato in quel momento di circa € 29 milioni sono stati correttamente consegnati e successivamente ritirati, con i clienti apparentemente collusi con i truffatori. Dooga non ha mai ricevuto l'equivalente in fiat dal responsabile dei pagamenti responsabile dell'esecuzione della transazione.

Dooga ha dichiarato di aver informato le truffe delle autorità responsabili di U.K., Malta, Cina e Germania. Ha anche presentato diverse denunce penali, ma nulla si è materializzato, costringendo lo scambio a depositare per l'amministrazione.

Sforzi infruttuosi

Con l'amministrazione – l'equivalente in dollari del fallimento – l'amministratore cercherà di ristrutturare la società in difficoltà finanziarie, in particolare il suo debito. Durante questo periodo, gli investitori o i creditori non possono presentare reclami legali contro l'entità, dando la possibilità di recuperare.

Cubits ha detto di aver fatto "ogni possibile sforzo per recuperare" i fondi senza successo. L'unica altra opzione era quella di presentare istanza di fallimento.

<img class = "alignright wp-image-260555 size-medium” title=”I cubetti di scambio criptovaluta chiudono dopo una truffa da 33 milioni di dollari” src=”https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_1203694381-300×180.jpg” alt=”I cubetti di scambio criptovaluta del Regno Unito si spengono dopo una truffa di $ 33M "width =" 300 "height =" 180 "srcset =" https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_1203694381-300×180.jpg 300w , https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_1203694381-768×461.jpg 768w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_1203694381- 696×418.jpg 696w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_1203694381-700×420.jpg 700w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/ 12 / shutterstock_1203694381.jpg 1000w "sizes =" (larghezza massima: 300px) 100vw, 300px”/>

"Questa decisione protegge la posizione attuale mentre gli amministratori cercano offerte per l'azienda e le sue attività", ha affermato lo scambio. "Il ruolo degli amministratori sarà quello di lavorare con coloro che sono in debito con i soldi dell'azienda e di raccogliere somme dovute. L'obiettivo principale è raggiungere il miglior risultato possibile per i creditori e recuperare il più possibile i fondi dovuti alla società ".

Parker, che collaborerà anche con Allister Manson, partner tecnologico di Opus Restructuring & Insolvency, e Nicholas Parton, responsabile della contabilità forense dell'Opus, ha affermato che i suoi doveri di amministratore comportano la collaborazione con coloro che sono debitori di denaro da parte dei Cubits e di raccogliere fondi dovuto alla compagnia. "La posizione attuale di Dooga è al sicuro, le indagini stanno procedendo e scriveremo ai creditori, formalmente, questa settimana", ha affermato.

Tradito?

<img class = "alignright wp-image-260693 size-medium” title=”I cubetti di scambio criptovaluta chiudono dopo una truffa da 33 milioni di dollari” src=”https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_360837692-300×200.jpg” alt=”I cubetti di scambio criptovaluta del Regno Unito si chiudono dopo una truffa di $ 33M "width =" 300 "height =" 200 "srcset =" https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_360837692-300×200.jpg 300w , https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_360837692-768×512.jpg 768w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_360837692- 696×464.jpg 696w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/12/shutterstock_360837692-630×420.jpg 630w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2018/ 12 / shutterstock_360837692.jpg 1000w "sizes =" (larghezza massima: 300px) 100vw, 300px”/>

Gli utenti hanno reagito con rabbia quando la piattaforma Cubits è improvvisamente andata offline lunedì. Lo scambio diceva su Twitter che il blackout era dovuto alla "manutenzione". Successivamente, il sito Web ha iniziato a produrre un messaggio di errore generale prima di annunciare successivamente che la società era stata posta sotto amministrazione.

L'utente Jamil Khadem si è lamentato su Twitter: "Siamo stati derubati dai Cubits? Ho aspettato un ritiro dal 6 dicembre e la compagnia non mi darà una risposta diretta. "

Fondata nel 2014, Cubits ha permesso ai clienti di acquistare e vendere criptovaluta come bitcoin. Ha anche affermato di fungere da ponte tra la valuta virtuale e le forme di pagamento più tradizionali, in particolare per l'industria dei giochi online.

Cosa ne pensi degli sviluppi di Cubits? Fateci sapere nella sezione commenti qui sotto.


Immagini per gentile concessione di Shutterstock.


Hai bisogno di calcolare le tue partecipazioni in bitcoin? Controlla il nostro utensili sezione.



Source link