Facebook Bilancia affronta un'altra battuta d'arresto dai regolatori globali


Sin da Facebook (NASDAQ: FB) annunciato che avrebbe prodotto la sua criptovaluta il mese scorso, la compagnia ha affrontato tutta una serie di contraccolpi da parte degli organismi di regolamentazione non solo negli Stati Uniti ma anche nel resto del mondo. Il nome della criptovaluta è Bilancia e, sebbene la società stia pianificando di lanciarla nel 2020, il libro bianco ha ricevuto la sua giusta dose di critiche.

In un nuovo sviluppo, le autorità di regolamentazione della privacy nel Regno Unito, negli Stati Uniti e nell'Unione europea hanno espresso preoccupazione per le questioni relative alla privacy degli utenti in relazione alla Bilancia.

Molteplici critiche

Il progetto è già stato tondo criticato da parte di legislatori, regolatori e banchieri nell'ultimo mese e in effetti, ha persino suscitato l'ira del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Tuttavia, questa è una nuova salva ed è sicuramente preoccupante per Facebook. La società è già assediata da una serie di violazioni della privacy degli utenti sulla sua piattaforma di social media e tali dubbi non faranno altro che aumentare la pressione sulla Bilancia. I regolatori della protezione dei dati hanno emesso una dichiarazione congiunta che esprime profonde preoccupazioni per il fatto che l'uso della Bilancia avrà bisogno di una grande porzione di informazioni personali e finanziarie degli utenti.

>> BlockFi raccoglie oltre $ 18 milioni di dollari nel round di finanziamento

La dichiarazione ha aggiunto che Facebook e Calibra, la consociata che gestisce la Bilancia, sono stati imprecisi riguardo a questo particolare problema. Le autorità di regolamentazione hanno aggiunto che la società non ha affrontato le domande in merito alle specifiche del trattamento dei dati che verranno praticate dalla società e in che modo verrà protetta esattamente la privacy degli utenti. Questo è un nuovo attacco alla Bilancia e deve essere affrontato dalla compagnia il prima possibile. Se queste preoccupazioni persistono per quanto riguarda la privacy, la società potrebbe trovarsi in un punto molto difficile rispetto a questo progetto.

Immagine in primo piano: DepositPhotos © TarasMalyarevich

Se ti è piaciuto questo articolo Fai clic per condividere





Source link