Crypto Regulation Around the World


Mentre la blockchain e l'adozione di risorse digitali in tutto il mondo accelera, anche la conversazione su come dovrebbero essere trattati dai regolatori. Questo argomento critico è stato un grande focus sul palco di quest'anno Swell di Ripple conferenza.

La sessione "Crypto Regulation Around the World" ha visto quattro regolatori e policy maker: Richard Teng del mercato globale di Abu Dhabi; Anchari Suppiroj della Commissione per la sicurezza e lo scambio della Thailandia; Ross Leckow, vicedirettore generale del Fondo monetario internazionale (FMI); e Michael S. Didiuk, ex procuratore dell'Ufficio per le ispezioni e gli esami di conformità della Commissione per i titoli e la borsa (SEC). Il gruppo di relatori è stato moderato da Ben Lawsky, membro del consiglio di Ripple ed ex regolatore dello Stato di New York.

Thailandia e Abu Dhabi in testa alla classifica

La Tailandia e Abu Dhabi sono due dei primi paesi che offrono quadri completi per la regolamentazione delle risorse digitali. Sebbene l'approccio normativo di ciascun paese sia diverso, sia Teng che Suppiroj hanno sottolineato che i governi che lavorano a stretto contatto con l'industria sono cruciali. Suppiroj ha sottolineato che i regolatori dovrebbero mantenere una stretta relazione con l'industria, mantenendo "una mentalità aperta" e "un'accurata messa a punto lungo la strada". Teng concorda e crede che anche altri regolatori in tutto il mondo stiano adottando questo approccio.

"Se guardi un anno fa, penso che la maggior parte dei regolatori globali abbia ritenuto che questa classe di attività potrebbe andare via", ha detto Teng. "Negli ultimi tre o sei mesi, direi che c'è stato un drastico cambiamento nel sentimento: rimarranno. Diamo un'occhiata alla giusta regolamentazione per (risorse digitali) e come la affrontiamo nella giusta direzione ".

Teng ha continuato affermando che Abu Dhabi era in una posizione unica a causa della sua capacità di creare e impiegare nuove regole più velocemente della maggior parte dei paesi. Al contrario, molti paesi hanno regimi normativi legacy all'interno dei quali le risorse digitali non si adattano perfettamente. Ha anche sottolineato l'importanza per i regolatori globali di comprendere meglio le risorse digitali e di non "immaginare il peggio", ha invece esortato a comprendere come "bilanciare i benefici".

Abbracciare la tecnologia e far rispettare le regole negli Stati Uniti

Michael S. Didiuk, ex membro della SEC degli Stati Uniti, ha affermato che l'agenzia, come le controparti tailandesi e di Abu Dhabi, stava "abbracciando la tecnologia". Crede che l'obiettivo della SEC sia quello di comprendere davvero i rischi e i benefici associati alle risorse digitali. Didiuk ritiene tuttavia che l'applicazione in futuro costituirà una priorità fondamentale per la SEC.

"Nel breve e medio termine, penso che ti concentrerai molto sull'applicazione", ha detto Diduk al panel. Ha suggerito che la SEC abbia prefigurato la sua applicazione token in una recente sentenza degli Stati Uniti.

Trovare un consenso globale con il FMI al timone

Mentre le azioni dei regolatori negli Stati Uniti sono attentamente seguite da tutto il settore, Ross Leckow dell'FMI ha sottolineato l'importanza di una prospettiva più globale. Ha applaudito alle posizioni normative della Thailandia e di Abu Dhabi come esempi positivi per altri in tutto il mondo.

Leckow ha anche delineato una posizione avanzata dall'FMI per aiutare i regolatori globali a navigare tra le risorse digitali. Ha affermato che è stato prima necessario passare dalla "dipendenza tradizionale dalla regolamentazione basata sulle entità" a "una maggiore attenzione alla regolamentazione basata sulle attività". Ancora una volta facendo eco a Teng e Suppiroj, ha sottolineato l'importanza dei governi che lavorano a stretto contatto con l'industria per creare " sandbox regolamentari "e apprendere dalle nuove tecnologie.

Leckow ha continuato che era necessario incorporare la "proporzionalità" per "affrontare i rischi" e farlo "senza soffocare l'innovazione". Ha affermato che ciò include anche l'incorporazione di potenziali modifiche ai quadri giuridici tradizionali per affrontare pienamente i rischi e i benefici delle risorse digitali . L'ultima componente evidenziata da Leckow è stata che il FMI ritiene che la cooperazione internazionale sia fondamentale per fornire alle autorità di regolamentazione globali una serie di migliori pratiche internazionali che attualmente non esistono oggi.

“Vediamo certamente i rischi (risorse digitali) presenti: riciclaggio di denaro, finanziamento del terrorismo, evasione delle sanzioni. Ma vediamo anche l'enorme potenziale che hanno per rendere il sistema finanziario a livello globale più efficiente e inclusivo ”, ha spiegato Leckow al pubblico. "Riteniamo che affinché ciò avvenga abbiamo bisogno di una regolamentazione efficace. La fiducia è la colla che tiene insieme il sistema finanziario globale e la regolamentazione è una componente fondamentale per la fiducia ".



Source link