Conti Bitcoin per il 98% dei pagamenti Ransomware Crypto-Denominated, Studio

Bitcoin (BTC) continua a rappresentare la parte del leone dei pagamenti ransomware cripto-denominati, secondo il rapporto di Coveware sul Q1 2019 Global Ransomware Marketplace, pubblicato il 15 aprile.

Il rapporto – basato su dati aggregati di ransomware dai casi affrontati dal team di risposta agli incidenti di Coveware – indica che nel primo trimestre del 2019 il panorama dei ransomware ha visto un forte aumento del riscatto medio richiesto dagli attori delle minacce.

La somma media – richiesta in cambio della consegna apparente di uno strumento di decrittografia che può aiutare le vittime a recuperare i dati dopo un attacco di ransomware – è aumentata dell'89% da $ 6.733 mediani nel quarto trimestre 2018 a $ 12.762 nel primo trimestre 2019.

Di questi riscatti pagati in criptovaluta, il 98% era pagato in bitcoin. La relazione sottolinea che nel primo trimestre del 2019:

“[H]andling criptovaluta continua ad essere una delle principali fonti di attrito per le vittime, e quindi anche per gli attori delle minacce. È improbabile che il ransomware ruoti verso una criptovaluta diversa in qualsiasi momento, dal momento che sono ancora più sfumati da procurarsi e gestire ".

Coveware osserva che gli attori delle minacce hanno scarso bisogno di migrare dal bitcoin alle altre monete, poiché a quanto si dice fanno fatica a utilizzare i servizi di mixaggio per scambiare bitcoin per cryptos incentrati sulla privacy come dash (DASH) o monero (XMR).

Le monete per la privacy sono quindi utilizzate solo per il 2% dei pagamenti dei ransomware, secondo i dati di Coveware, e sono ampiamente utilizzate successivamente nel processo, una volta ricevuto il pagamento e successivamente gli attori delle minacce tentano di offuscare il trasferimento dei loro fondi illeciti.

GandCrab – un ceppo di ransomware che rappresenta il 20% del mercato, secondo i dati di Coveware – era l'unico ceppo prevalente in cui gli attori delle minacce accettavano pagamenti con trattino o bitcoin.

Inoltre, osserva il rapporto, le vittime del GandCrab che pagano con bitcoin pagano una commissione aggiuntiva del 10% a causa dei costi sostenuti dall'uso di servizi di missaggio da parte degli attori delle minacce per rendere anonima la criptovaluta dopo il pagamento.

Come riportato all'inizio di questa settimana, digitale pagamenti gigante PayPal recentemente vinto a sicurezza informatica brevetto per proteggere gli utenti da crypto ransomware.

A marzo, auditor di Big Four PwC connesso iraniano i cittadini dietro lo schema di bitcoin ransomware SamSam – che secondo quanto riferito ha danneggiato più americano aziende, governo agenzie, università e ospedali – al Scambio criptato WEX.



Source link