Bitcoin (BTC) Crolla del 27% questo mese


Una delle più grandi storie dell'anno è stata la ruggente ripresa di Bitcoin dopo un anno deludente nel 2018. Durante la prima metà dell'anno, la criptovaluta ha fatto enormi guadagni. Tuttavia, il mese di luglio è stato un po 'accidentato per Bitcoin poiché una serie di fattori ha influito sul prezzo.

La scorsa settimana è stata particolarmente dolorosa per la criptovaluta. Nel corso degli ultimi sette giorni, la criptovaluta è crollata di ben il 27% e ora è scesa al di sotto del livello di $ 10.000. Il 10 luglio, il token era scambiato a $ 13.200.

Fattori multipli

La scorsa settimana il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha criticato Bitcoin e altre criptovalute in un tweet. Nel suo tweetTrump ha dichiarato che Bitcoin è responsabile per miliardi di dollari di attività illegali, e gli esperti ritengono che le affermazioni di Trump abbiano avuto un impatto negativo sulla criptovaluta.

Se la persona più potente del mondo crede che Bitcoin sia una cosa pericolosa, allora quasi certamente avrà un effetto sul suo prezzo. È particolarmente problematico poiché il 2019 doveva essere l'anno in cui il denaro istituzionale doveva entrare e aumentare considerevolmente il prezzo. Di fatto, Fidelity ha già lanciato un fondo Bitcoin destinato esclusivamente ai suoi investitori istituzionali.

>> Trump attacca Bitcoin: la moneta digitale è immune alla sua influenza?

Inoltre, l'annuncio di Facebook sul lancio di Libra il prossimo anno ha causato anche una buona dose di interruzioni. Anche la Bilancia è arrivata forte critica dai migliori politici come Jerome Powell, il capo della Federal Reserve. Quei commenti hanno distrutto il cripto mercato la scorsa settimana, ma la settimana in corso potrebbe essere cruciale quando Facebook parteciperà alle udienze federali sulla Bilancia. Se riesce a uscirne incolume, allora c'è la possibilità che Bitcoin si senta un po 'di tregua.

Immagine in evidenza: DepositPhotos © spaxiax

Se ti è piaciuto questo articolo clicca per condividere





Source link